Il vino made in Germany

condividi il tuo #corsoais e le tue degustazioni #aispiemonte

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

 

Il 17 e il 18 aprile prossimi l’Associazione delle cantine TOP di Germania, la VDP, organizza a Magonza/Mainz la “Weinbörse”, la Borsa annuale del vino “Made in Germany”, un evento unico destinato al settore del Trade e della critica giornalistica che ha già surclassato la più conosciuta e numericamente ricca Prowein. Durante i due giorni dell’Expo saranno in degustazione i nuovi prodotti – l’annata 2010 – dei circa 200 aderenti all’Associazione, nella quasi totalità piccoli o piccolissimi produttori che rappresentano il 5% della superficie complessiva vitata tedesca, una superficie pari a 102.000 ettari. Sebbene il Riesling sia il vitigno più coltivato, raggiungendo il 20%, i produttori aderenti alla VDP innalzano la media sino al 60% incoronando il Riesling quale massimo vitigno tedesco. Solo il 20% del prodotto totale, pari a 8 milioni di ettolitri, esce dai confini evidenziando quindi una quota predominante di consumo interno.

 

 

 

La fiera si svolgerà il 17 ed il 18 aprile a Mainz/Magonza, a circa 30 minuti da Francoforte, nelle sale della Rheingoldhalle presso l’ente fieristico cittadino. La Fiera sarà preceduta il 16 aprile da un Gala, il “Ball des Wines” presso il Kurhaus della vicina città di Wiesbaden. Due gli aeroporti di riferimento: il più vicino Frankfurt Rhein-Main International con voli di linea, e Frankfurt-Hahn per voli lowcost,  a circa 90 minuti da Mainz. Numerose le convenzioni a supporto.
La VDP, ovvero “Verband Deutscher Qualitäts- und Prädikatsweingüter” (letteralmente federazione cantine con predicato e qualità), fondata nel 1910, è a cento anni dalla sua nascita l’associazione di cantine più antica esistente al mondo.

Il suo successo è dovuto probabilmente alla fusione di tre concetti: Produttore/Cantina-Cru-Qualità. Ciascuno degli aderenti, infatti, possiede e produce in un vigneto classificato storicamente (“Erste Lage”, cioè un Grand Cru); deve inoltre soddisfare criteri qualitativi di alto profilo imposti dalla associazione stessa. Un sistema poco convenzionale, controverso, criticato da molti per avere selezionato una ristretta èlite. Resta comunque il fatto che in poco meno di 200 produttori si concentra il meglio della produzione di 13 regioni vinicole tedesche; produttori che hanno il potere di influenzare e determinare, a livello nazionale, il sistema normativo. La classificazione ufficiale della VDP, seppure con varianti regionali, è quella più richiesta e universalmente accettata.


Una cartina del Rheingau

Informazioni sulla VDP Weinbörse di Mainz:

VDP
Im Johannishof - Langgasse 22
55435 Gau – Algesheim, Germania
Phone +49 (0)6725 / 3086-0
Fax +49 (0)6725 / 3086-10
Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
http://www.vdp.de/en/weinboerse/

Ricerca nel sito

Seguici sui social