Addio al Leone di Langa

condividi il tuo #corsoais e le tue degustazioni #aispiemonte

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Addio al Leone di Langa

II mondo del vino è in lutto. Ci ha lasciato nella serata di domenica 16 luglio Domenico Clerico: uno dei grandi di Langa, uno di quei personaggi che la storia non ripete.

Classe 1950, Domenico ereditò dal papà la passione per la terra e proprio al territorio di Monforte ha dedicato tutta la sua vita, impegnandosi nella produzione di vini di pregio.

Dall’unione con la moglie Giuliana nacque Cristina, mancata purtroppo in giovane età. Il grave lutto segnò l’esistenza di Domenico ma nel contempo lo orientò a un impegno forte e sempre più generoso verso il vino e l’altra sua grande creatura, il Barolo, da cui raccolse negli anni grandi soddisfazioni e riconoscimenti. Dai timidi esordi della fine degli anni 70 a oggi, il blasone dei vini di Domenico Clerico ha raggiunto vette molto alte guadagnandosi, a livello internazionale, una reputazione straordinaria.

Vignaiolo e barolista eccelso, Domenico Clerico sarà ricordato per sempre da tutti quelli che l’hanno conosciuto. Trascinatore e generoso istrione, ovunque sia andato a proporre i suoi vini o a presenziare a degustazioni o cene, Domenico ha sempre creato scompiglio, uno scompiglio sano, che unito a un’energia e ad un entusiasmo contaminante ha fatto di lui, in tutto il mondo del vino, un guascone, un leader, un Vero, Grande, Sincero, uomo del vino.

E il mondo del vino oggi è più povero.
Grazie Domenico…

Ricerca nel sito

Seguici sui social