AIS Novara propone la Cassoeula

condividi il tuo #corsoais e le tue degustazioni #aispiemonte

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
con i primi freddi intensi, con le nebbie che rendono magici i nostri panorami notturni, abbiamo pensato ad un incontro ad alto contenuto calorico, che servirà al nostro corpo per meglio superare il freddo intenso a cui saremo esposti durante i lavori invernali nei campi ricoperti di brina…….
Forse abbiamo esagerato, e probabilmente per molti di noi il duro lavoro invernale, nella nostra civiltà evoluta del terzo millennio, sarà rappresentato da una mezz’ora di cyclette nella palestra sotto casa, ma i ricordi, per quelli di una certa età vanno a….
La cucina di casa, tipica cucina abitabile dei primi anni sessanta, la tavola approntata, mio padre e mia nonna (che viveva con noi) seduti a tavola con me, la mamma ai fornelli, il calore della stufa economica che appannava i vetri della finestra, e quel gradevolissimo profumo agro-dolce della pietanza portata in tavola: una gustosissima ed appetitosa CASSOEULA, una pietanza che rappresentava una festa per i commensali tutti: verze appassite con parti meno nobili del maiale: cucina povera ma succulenta.
 
Storia, origini del nome, origini della ricetta e le sue innumerevoli varianti vi saranno senz’altro spiegate dai relatori che vi accompagneranno anche nei TRE abbinamenti poco tradizionali e fantasiosi che vi saranno proposti nel corso della serata (nella cucina dei ricordi c’era il bicchiere di mio padre contenente una sostanza rossa, frutto di un non meglio precisato vitigno – vitigno oggi, all’epoca era solo uva!!!!-, sostanza rossa che a me bambino veniva concessa solo in poche gocce, solo per colorare l’acqua contenuta nel mio bicchiere).
 
Se cercate la parola CASSOEULA in rete vi compariranno tanti link dei tanti (forse troppi) blog dedicati alla cucina ed alla degustazione in genere. Su diversi di questi ho trovato che il piatto di stasera è da considerarsi “piatto NO” in quanto troppo calorico e si consiglia a volte delle versioni “light”….!!!
 
 Ma per piacere!!! Avete mai visto l’allegria e la voglia di stare assieme che scaturisce da una tavolata di gente che mangia “Jocca”, confrontato con la tristezza ed il mutismo che scaturisce dal tavolo di quei poveretti sfigati che stanno degustando una gustosa CASSOEULA????
 
Vi aspetto quindi numerosi 
Giovedì 27 febbraio 2014 alle ore 21,00
 
presso l’ HOSTARIA DELLA MACINA - Via Borgomanero, 7 - Fontaneto d'Agogna - Cressa (tel. 0322 – 863582), per una serata di “piatto NO”
 
La prenotazione è obbligatoria e dovrà essere eseguita presso Alimentari Ornella (corso Trieste 54 a) al numero telefonico 333 6998997 entro il 22 febbraio 2014, o per il tramite di una mail alla Delegazione, che confermerà l’avvenuta prenotazione, specificando nome di chi prenota e numero dei posti prenotati. (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.) . I posti disponibili sono 50 ed il contributo previsto è stato fissato in Euro 30,00 a persona.
 
Amici e familiari sono ammessi se accompagnati da un socio AIS.
 
                                                                                                                         Il Delegato Provinciale                                                                                                                                             Egidio Miglio

Ricerca nel sito

Seguici sui social